Ti aiutiamo a risparmiare!

Approfitta delle agevolazioni e delle detrazioni previste per legge.

ECOBONUS 110 – 90 – 65%

ELENCO BENI AGEVOLABILI

  • Accessori per l’installazione
  • Box Doccia
  • Kit Valvole e Detentore
  • Kit Valvole e Detentore
  • Lavello e lavabi
  • Lavello e lavabi (non valido per tutti gli articoli)
  • Mobili da bagno (SOLO SE INCLUSI DI LAVABO)
  • Pareti doccia / Porte doccia
  • Piatti doccia
  • Rubinetteria ed accessori
  • Saliscendi e colonne doccia
  • Sanitari disabili e ausili anziani
  • Sanitari e sistemi di scarico
  • Sedile copriwc se acquistato con WC
  • Sopravasca
  • Termoarredo e scaldasalviette
  • Termoarredo e scaldasalviette
  • Vasche da bagno

COMUNICATO AGENZIA DELLE ENTRATE DETRAZIONE FISCALE AL 50%

Gentile contribuente,
già con la Circolare n. 57 del 24/02/1998 è stato chiarito quali siano i requisiti occorrenti per la compilazione del bonifico postale o bancario destinato ad ottenere la detrazione delle spese per ristrutturazioni edilizie; in particolare occorre che siano indicati:
1) causale del versamento;
2) il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
3) il numero di partita IVA o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.
Per fruire delle detrazione non è richiesto che la fattura sia emessa in data antecedente a quella del bonifico, ovviamente è necessario dimostrare un collegamento univoco tra i due documenti, come nel caso in cui nel bonifico sia indicato il numero di ordine che, a sua volta, viene riportato nella fattura a cui si riferisce.
Cordiali saluti.

Questa risposta è resa a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare n.42/E del 5 agosto 2011 e non a titolo di interpello ordinario ai sensi dell’art.11 della legge n.212 del 2000.
Agenzia delle Entrate

DECRETO BONUS MOBILI

Il decreto legge n.63/2013 ha introdotto un’ulteriore detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. Il principale presupposto per avere la detrazione è l’effettuazione di un intervento di recupero del patrimonio edilizio.
Con la circolare n. 29/E del 18 settembre 2013 l’Agenzia delle Entrate ha chiarito le regole per poter usufruire della detrazione.